Visualizzazione post con etichetta suoni. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta suoni. Mostra tutti i post

domenica 2 novembre 2014

Risuonano i sogni

“Ricorderò i sogni più colorati solo al risuonare di una coincidenza.
Per ora sono lì, vigili e pieni,
pronti a saltare fuori proprio sotto la superficie delle apparenze.
I sogni sono fiumi in piena che spazzano via ogni finzione
perchè attingono la loro forza dall’inconscio profondo.
Per questo, anche per questo scrivo.
Per dare spazio ai sogni,
a quelli notturni e a quelli di sempre.
Perché spesso vogliamo far finta di non vederli.
Ma loro sono lì che ci guardano:
hanno versato se stessi dentro lo sguardo di un bambino
o di un vecchio che vulnerabile ci sorride,
oppure nel messaggio lasciato dalla coda di velluto di un gatto che passa vicino a noi.
Quanti sogni hai raccolto stanotte piccola anima ribelle?
Portali fuori a prendere la luce delle stelle!
Dai una voce ad ognuno di loro!
Sono gli amici che ti accompagneranno per tutta la vita.”
Morning page – 2 novembre 2014

http://allison712.deviantart.com/art/Head-in-the-Clouds-62339163



domenica 1 dicembre 2013

Calendario dell'avvento: # 1 dicembre # Campanelle

Quest'anno, io e Elisa,  abbiamo deciso di utilizzare il calendario dell' avvento di due anni fa, qualcuno di voi forse se lo ricorderà. Ecco qui il link:

"Abbiamo preso dei sacchettini di iuta che una volta contenevano dei caffè speciali, li abbiamo riempiti di golosi dolcetti, poi  li abbiamo legati con dei fiocchetti rossi o con dei fili di lana verdi. Ad ogni sacchettino abbiamo abbinato un bigliettino personalizzato con una parola speciale per ogni giorno del mese dall' 1 al 24 dicembre"








Quest'anno voglio aggiungere qualcosa in più. Ad ogni parola abbinata al giorno e al sacchettino sceglierò una frase, una riflessione, una citazione o una poesia dai post passati, dai libri che ho amato, dalle poesie...o da tutto ciò da cui vengo ispirata in quel momento.

Vi auguro un felice mese di Dicembre!

♥♥♥


Campanelle e suoni  - dentro un tempo impreciso- 

"Queste ore scivolano via senza che nemmeno me ne renda conto...
...essere cullata dalla vita, dai suoni di casa, dalle voci che come abbracci mi circondano.

Siete voi bambini, vicini e in perenne trasformazione,
crescete e le ore scivolano via senza fare rumore, senza intoppi.


Come l'acqua che scivola e scorre sopra le pietre del fiume,
tintinnano, sorridono e ad un tratto si fanno grandi grandi,
diventano potenti per riunirsi poi tutte insieme in un applauso scrosciante.


Bisogna essere guanti che si adattano alle circostanze del momento: sciolti, persi, ritrovati, articolati e rintronati...

...intonati dentro un fisarmonica, una musica che misura le profondità e l'ampiezza delle caverne che sostengono il giunco flessuoso proteso su verso il cielo, nello spazio lontano."

(19/ 02/'12)